mercoledì 26 febbraio 2014

Agente V.: Licenza di Plagio


Sapevamo già che può trasformare il tranquillo sindaco di una città devastata dal terremoto in un superingegnere kamikaze.


Lo avevamo lasciato mentre s’inventava olocausti nucleari capaci di valergli il prestigioso premio internazionale “Muro della vergogna- Fukushima”

Ma adesso Giampaolo Visetti è tornato, e ha un’arma nuova di zecca: la licenza di plagio estesa a qualsiasi media straniero.

Ora, prima di tornare a scrivere su queste pagine a distanza di quasi due anni mi sono posto un problema cruciale: ho davvero qualcosa di nuovo da dire, o questo “Licenza di plagio” sembrerà solamente uno stanco tentativo di sfruttare il successo di pubblico e critica degli altri post? Come farò a rendere il sequel all’altezza dei kolossal precedenti?

La risposta me l’hanno fornita il protagonista indiscusso e il suo desk, che nel segno dell’impunità più totale riescono a inventare metodi sempre nuovi e creativi per massacrare quel poco che resta della fiducia nel mestiere di giornalista: sicuramente prima o poi salteranno fuori foto compromettenti, tipo immagini delle grandi firme di Repubblica impegnate a lanciare nani contro un bersaglio a forma di deontologia mentre Eugenio Scalfari intervista Gesù e scrive le risposte al posto suo, ma per ora dobbiamo accontentarci di quanto già pubblicato.

E vi assicuro che siamo già a livelli altissimi.

Il pezzo da analizzare, stavolta, è uno spettacolare reportage su Dongguan, la capitale cinese del sesso, pubblicato su Repubblica martedì 25 febbraio. (Il link rimanda a Dagospia perché non tutti sono abbonati a Rep.)

Nell’articolo, Visetti si aggira per una Dongguan semideserta, dove la nuova campagna anti-prostituzione scatenata dal governo centrale di Pechino ha imposto a saune e bordelli uno spietato coprifuoco. Il primo personaggio in cui si imbatte è un certo “Ou Yunqui”, presentato come “gestore del più elegante centro benessere di Dongguan”. 

Ciao, organizzo cene eleganti 

Se tralasciamo che “Yunqui” sembra più un nome spagnoleggiante che cinese, ciò che lascia perplessi è l’audacia di un “gestore di centro benessere” che si lascia intervistare con nome e cognome mentre per le strade della sua città la polizia sta arrestando i “gestori di centri benessere”. A una ricerca più approfondita, però, salta fuori che tale “Ou Yunqi” (questo sì un nome cinese) è stato intervistato dal South China Morning Post – il più importante quotidiano di Hong Kong – in data 20 febbraio. Questo Ou Yunqi, però, si rivela il general manager della Dongguan Qile Shangcheng, una ditta che produce “giocattoli per adulti, biancheria intima e preservativi”. Si tratta della stessa persona? Fa il magnaccia dietro la palese copertura di gestore sala benessere o è semplicemente un manager? Ha una doppia vita?


Ciao, in realtà faccio il manager in una fabbrica di vibratori 

Ma non solo i lavoratori dell’industria del sesso, anche quelli del settore immobiliare subiscono la campagna moralizzatrice: prendiamo ad esempio Ye Weijie, che a Repubblica dice di essere un costruttore e racconta di dover riconvertire il suo business. 

Mi chiamo Ye Weijie e sono uno squalo dell'immobiliare


Vuoi vedere che si tratta dello stesso Ye Weijie che, nell’articolo del SCMP di cui sopra, si presenta invece come un semplice agente immobiliare? 

Nah,volevo solo impressionarti: faccio l'agente Tempocasa

E soprattutto: com’è possibile che – in barba a ogni legge probabilistica – in una città di oltre 8 milioni di abitanti Giampaolo Visetti sia andato a intervistare proprio le stesse due persone che hanno rilasciato dichiarazioni ai giornalisti del South China Morning Post, Zhang Hong e He Huifeng?

Largo Fochetti dissipa subito i nostri dubbi, perché qualche riga dopo è di scena la celebre Li Yinhe, studiosa dell’Accademia di Scienze Sociali, sociologa e nota femminista: Li, curiosamente, invece di parlare della sua materia si abbandona a considerazioni economiche alla Loretta Napoleoni, dicendo addirittura che la provincia del Guangdong –la  più industrializzata di tutta la Cina, per intenderci – perderebbe il 2% del PIL se l’industria del sesso fosse costretta a chiudere i battenti. In pratica, secondo le parole che Repubblica attribuisce alla sociologa, dei mille miliardi di dollari di PIL che il Guangdong produce ogni anno, 20 miliardi arrivano dalla prostituzione. 

Industria pesante? Qui il vero business è il pelo!


Nelle dichiarazioni rese al Financial Times Li è molto più prudente, e si limita a una metafora tipo “estinguere un incendio con un bicchiere d’acqua”, che curiosamente riporta anche Repubblica, ma come una voce dal web.

Perché usare una complessa metafora cinese quando puoi metterci il pelo?


Lo stesso pezzo del Financial Times, scritto da Demetri Sevastopulo e Julie Zhu, riporta le dichiarazioni di un altro accademico cinese, Wu Jiaxiang, da sempre a favore della legalizzazione della prostituzione: “L’industria del sesso e il denaro sono come gemelli siamesi”, dice Wu sulla versione cinese di Twitter. Le dichiarazioni di Li e Wu, infatti, scaturiscono da un dibattito nato in rete, ma dato che Repubblica non cita la fonte South China Morning Post – un giornale che ha raccolto dichiarazioni sul campo, a Dongguan-, non si vede per quale ragione dovrebbe fare riferimento ai blog dei due studiosi. 


Tralasciamo i dubbi sul “sondaggio riservato che allarma la leadership” citato da Visetti, secondo il quale “6 cinesi su 10 dormirebbero con uno sconosciuto per denaro”, e superiamo anche il personaggio successivo, Li Sipan, un’antropologa che  nelle dichiarazioni rese al New YorkTimes  in un pezzo del 17 febbraio si limita a inquadrare politicamente la campagna antiprostituzione, mentre con Repubblica si lancia in considerazioni molto audaci sulla ‘deportazione’ di migranti, tanto più scomode se pronunciate da un personaggio pubblico. Tralasciamo anche la dichiarazione da brividi attribuita allo storico Zhang Lifan, che secondo Repubblica paragona la campagna dell’ex presidente Hu Jintao in Tibet a “una guerra”; dichiarazione che suona stonata anche in bocca al più strenuo oppositore del Partito, dato che per ragioni storiche radicatissime non troverete neanche un cinese disposto a negare la sovranità di Pechino sulle aree tibetane. Se lo storico Zhang Lifan avesse detto le stesse parole all’AssociatedPress, che pure lo ha intervistato, probabilmente avrebbe ancora più problemi con la giustizia di quelli che lo funestano al momento. Ma con l’AP, che non condivide “una certa idea del mondo” con Repubblica, si è mantenuto molto più sul vago. Speriamo solo che i funzionari della polizia di Pechino non capiscano l'italiano, perché dopo le parole rivolte a Rep. il professor Zhang potrebbe avere altri problemi. 
E sulla protezione delle fonti in Cina sono serissimo. 

Il vero punto forte del reportage di Visetti, quello in cui il corrispondente di Repubblica raggiunge una vetta insuperata di giornalismo investigativo, sono le considerazioni filosofiche di tale Liang Yaohi, presentato come “gestore di venti karaoke”, che affida al quotidiano italiano la sua visione del mondo su sesso, denaro e Cina. 

Sono Liang Yaohi, faccio il pappone ma studio da opinionista:dici che l'Italia è il Paese giusto per me? 

Visetti deve vantare entrature insuperate nel mondo carcerario cinese, visto che – a meno di un caso di omomimia – l’unico Liang Yaohi coinvolto nella vicenda di Dongguan  in realtà si chiama Liang Yaohui ed è un proprietario di alberghi a cinque stelle tra i primi arrestati della campagna, come riporta sempre il SCMP in un altro articolo.
Sicuramente i responsabili di un sistema penitenziario rilassato come quello cinese non avranno avuto alcun problema a garantire a Visetti l’accesso nel carcere in cui Liang è rinchiuso, né a concedere al prigioniero tutte le liberatorie necessarie per rendere dichiarazioni alla stampa straniera.
Per visitare gli unicorni ripassate settimana prossima: ne abbiamo ordinati tre da Fantasilandia.

Niente, il povero Liang se lo sono già bevuto. 


Alla fine di questa rilettura dell’articolo pubblicato da Repubblica spunta una domanda: il pezzo di Visetti è un reportage dalla metropoli di Dongguan o un reportage dalla funzione Google News del suo browser? Perché, normalmente, per reportage s’intende un pezzo in cui ci si sforza di tirare fuori almeno una o due fonti originali, mentre abbiamo visto che persino nel concedere voce all’uomo della strada Visetti va a beccare gli unici due abitanti di Dongguan che hanno già parlato con il SCMP, come dire che c’erano 2 possibilità su oltre 8 milioni. O non sarà invece che quello che Repubblica spaccia come reportage è solo un miscuglio di altri media, un cocktail in cui si mescolano 2 parti di South China Morning Post, 1 di NYT, e alla fine si serve il tutto? Agli agenti con licenze speciali, tipo quella di plagio, i cocktail piacciono agitati, non mescolati. 

Il dubbio è legittimo perché – al di là dei precedenti che sappiamo –solo il mese scorso, in questo articolo sulla chiusura dei campi da lavoro, Visetti riesce a intervistare due prigionieri appena rilasciati, di nome Jiang Chengfen e Guo Qinghua. 

Jiang Chengfen, colta da Repubblica subito dopo il rilascio


Guo Qinghua:dai cessi al campo di lavoro 


Esattamente gli stessi prigionieri intervistati in esclusiva da Malcolm Moore in un articolo pubblicato alcuni giorni prima sul Telegraph


Jiang Chengfen, intervistata qualche giorno prima dal Telegraph

Il Telegraph ruba un altro scoop a Repubblica avvalendosi della Macchina del Tempo


Delle due l’una: o i prigionieri liberati non avevano molta voglia di tornare a casa e c’era una coda di corrispondenti stranieri per intervistarli lunga giorni, oppure Repubblica potrebbe presto ricevere una chiamata dall’ufficio legale del Telegraph.
E dall'ufficio legale del South China Morning Post.
E dall'ufficio legale di chissà quante altre testate straniere.
Tutto questo, ovviamente, se a livello di autorevolezza internazionale la stampa italiana non fosse già l'equivalente di quel cugino un po' deficiente che ti tocca aiutare  con i numeri durante la tombola di Natale.

Adesso, tutti gli affezionati lettori del quotidiano di Largo Fochetti mi si avventeranno addosso perché sono un monomaniaco che ha deciso di distruggere Visetti e – attraverso Visetti – gettare discredito su un’intera testata; un’argomentazione che suona curiosamente simile a quelle che abbiamo ascoltato per tipo vent’anni da parte di un certo leader politico. 

Ma questa non è “la macchina del fango”, per usare un’espressione talmente banale che Monsieur LaPalice si mette a piangere ogni volta che viene pronunciata.

Giampaolo Visetti è solamente il simbolo di un sistema fondato su veti incrociati, ipocrisie e quella che, da calabrese, posso riconoscere senza ombra di dubbio come una forma di omertà. Se Repubblica lascia indisturbato al suo posto e paga profumatamente un soggetto che tradisce da anni la fiducia dei lettori, se il compito di raccontare l’area economicamente più dinamica del mondo dalle colonne di quello che dovrebbe essere il più autorevole quotidiano d’Italia viene affidato a un individuo che non si è fatto alcuno scrupolo nel raccontare la tragedia di Fukushima come se fosse unvideogame giapponese, allora significa che Repubblica ha un grande problema di meritocrazia o di malafede, e il giornale che sbatte in prima pagina gli intoccabili preferisce chiudere entrambi gli occhi davanti ai suoi scandali interni.

Quando Ezio Mauro presenterà “una certa idea di mondo” dal palco del prossimo Festival delle Idee, guardalo bene: se noti un sorrisetto dietro il cipiglio pensoso, forse è perché sta ridendo di te.

Se vedi lo stesso sorrisetto quando in tv Vittorio Zucconi ti spiega i segreti della vita, forse è perché lui ha già svoltato da anni facendo leva su un malinteso senso di superiorità intellettuale nei tuoi confronti.

E magari è lo stesso identico sorriso del prode vicedirettore Massimo Giannini quando si scaglia contro il marciume della politica.

Finché Carlo Rivolta non risorgerà dal mondo delle ombre per prenderli tutti quanti a  pernacchie.



5 commenti:

  1. CRIMINALI FIGLI DI PUTTANA BERNARDINO BULLA E CLAUDIO GENASCI DI BANCASTATO LAVAN CASH MAFIOSO, CAMORRISTA, NDRANGHETISTA, DI LEGA LADRONA E NAZIMAFIOSO, PEDOFILO, STRAGISTA SILVIO BERLUSCONI! VIA GIA' 3 VOLTE IN GALERA PAOLO BARRAI (BSI ITALIA SRL)!
    1
    Ho tantissimo da scrivere su sto Renato Vallanzasca ( in quanto ad indole malavitosissima) misto ad Ugo Fantozzi ( in quanto ad essere il piu' grande ciula, perdente, cane in Borsa, brucia risparmi di tutti e sempre, sia esso su azioni, obbligazioni, valute, materie prime, case, diamanti, oro fisico, qualsiasi tipo di investimento... con la differenza che Ugo Fantozzi era simpatico e per bene, a sua nettissima differenza) della finanza piu' filo mafiosa, piu' ricicla soldi mafiosi, piu' razzista, KuKlukKlanista e nazifascista, che e' il verminoso avanzo di galera, gia' 3 volte finito in carcere: criminalissimo Paolo Barrai nato a Milano il 28.6.1965, gia' abitante a Milano in Via Ippodromo 105. Lo faro' gradualmente. Per forza solo nei ritagli di tempo disponibile. Sono uno dei tantissimi da lui truffato. Mi ha azzerato tutti i risparmi come accaduto a molti altri come me. Gianni Panni di Modena. giannipanni@gmx.com
    ---
    Condannato da Consob a pagare ben 70.000 euro di multa per mega truffa fatta da sto verminoso, vi assicuro, pure pederasta sodomizza bambini ( ne scrivero' molto presto), di Paolo Barrai di criminalissima Bsi Italia srl di Via Socrate 26 Milano, criminalissima World Man Opportunities di Via Mazzini 14, 6900 Lugano alias criminalissima Wmo Sa Panama e criminalissimo blog Mercato "Merdato" Libero. Multa connessa a sua mega frode sul fotovoltaico.
    http://www.consob.it/main/documenti/hide/afflittivi/pec/mercati/2013/d18579.htm
    http://www.bluerating.com/trading/179-promotori/28601-qmultaq-da-70mila-euro-per-un-ex-promotore-che-ha-violato-gli-obblighi-informativi.html
    http://www.finanzaonline.com/forum/trading-line/1454952-barrai-spiega-come-non-pagare-la-tobin-2.html
    http://www.advisoronline.it/albo/consob/22190-consob-sanziona-a-raffica.action
    Mega frode Che solo a me ( ma anche a Saverio Aiolfi di Parma
    https://it.linkedin.com/in/saverio-aiolfi-a298ab61
    e tantissime persone di tutta Italia e mezza Europa), ha portato via 1.400.000 euro: quasi tutto quello che avevo.
    ---
    Condannato al carcere in Brasile, otto anni di galera sentenziatissimi. Per pedofilia omosessuale, furto, truffa, minacce di morte, tentativi di estorsione uniti a stalking via internet, riciclaggio di soldi mafiosi, propaganda razzista, propaganda nazifascista. Ecco i links di inizio indagine. Ora vi e' la sentenza. E' scappato da Porto Seguro di notte, in pieno carnevale 2011, per fuggire a processo e galera ( ed ovviamente, da allora, di piedi in Brasile non ne ha mai piu' messi: perbacco che coincidenzuzza bedda). Fate voi di che schifoso topo di fogna parliamo quando parliamo di sto colerico ratto criminalissimo che da sempre e' Paolo Barrai (o ratto criminalissimo "Paolo Pietro Barrai" come si e' fatto chiamare in Brasile... per vigliacchissimamente depistare Google)
    http://4.bp.blogspot.com/-aqbT4KlYsmw/TcLbvUUpkeI/AAAAAAAAAe4/TiDPLR0LH_U/s1600/barrai+ind-pag01.jpg
    http://www.portonewsnet.com.br/?mw=noticias&w=2996
    http://www.portonewsnet.com.br/?mw=noticias&w=3004
    http://www.rotadosertao.com/noticia/10516-porto-seguro-policia-investiga-blogueiro-italiano-suspeito-de-estelionato
    http://portoseguroagora.blogspot.be/2011/03/porto-seguro-o-blogueiro-italiano-sera.html
    http://noticiasdeportoseguro.blogspot.be/2011/03/quem-e-pietro-paolo-barrai.html
    http://www.osollo.com.br/online/index.php/crimes/3052-blogueiro-italiano-sera-indiciado-por-estelionato-calunia-e-difamacao-pela-policia-civil-de-porto-seguro
    http://www.geraldojose.com.br/mobile/?sessao=noticia&cod_noticia=13950
    http://mathforum.org/kb/message.jspa?messageID=9837373
    ---

    RispondiElimina
  2. 2
    Condannato al carcere a Milano ad inizio anni 2000. "Il funzionario di Citibank in grossi guai" come da finale del seguente articolo era assolutissimamente lui.
    http://archiviostorico.corriere.it/2001/febbraio/02/Arrestato_imprenditore_delle_truffe_fiscali_co_7_0102023408.shtml
    Cacciato a sberle, poi, da Citibank e fatto condannare al carcere da stessa Citibank.
    ---
    Il, vi assicuro, pure frequentissimo mandante di omicidi, Paolo Barrai, e' uno degli assolutissimi "suicidatori" di David Rossi di Monte Paschi. Insieme ai criminali, killer, mega ricicla soldi mafiosi Silvio Berlusconi, Ennio Doris, Massimo Doris, Edoardo Lombardi, Ettore Parlato Soadafora, Oscar di Montigny di Banca Mediolanum. Fra il Giugno 2010 ed il Marzo 2011 ( allorche' David Rossi fu prima ferito a morte nel suo ufficio, prima, tagliandogli le vene, poi colpendolo al cranio con un aggeggio in ferro, massonico, con punta triangolare, giungente direttamente da H-Ar-d-Core, di proprieta' di Al Capone misto ad Adolf Hitler, Silvio Berlusconi...... per, solo poi, far volare David Rossi stesso dalla finestra) vi era una furibonda guerra di Seo, Search Engine Optimization, fra i bastardi, malavitosi, killer vertici di Finnvest, Mediaset e Banca Mediolanum ( che da dieci anni usano come loro mega ricicla soldi omicida e gangster via internet, questo verme davvero cattivo, davvero bastardo, davvero satan-azista di Paolo Barrai di cui sto scrivendo.. vero e proprio sicario sangunario di assolute Ovra e Gestapo, sia pubbliche che private, del nazimafioso, stragista, pedofilo Silvio Berlusconi) e David Rossi ( ovviamente, lui, per conto della sua banca). Ho varie testimonianze a proposito di come sto frequente mandante di omicidi di Paolo Barrai, dicesse spessissimo, ben appunto, fra il Giugno 2010 ed il Marzo 2011, al telefono e di persona: " abbiamo due persone da far ammazzare al piu' presto, David Rossi di Monte Paschi, che stiam cercando di distruggere via internet, e quel genio borsistico, pero' troppo intelligente ed anti Berlusconiano per i nostri gusti, di Michele Nista, che da Londra, avendo mollato il mio blog, avendolo privato delle sue vincentissime previsioni borsistiche, lo sta ora facendo sprofondare". David Rossi di Monte Paschi fu assolutissimamente fatto ammazzare dal mandante di omicidi Silvio Berlusconi, dal mandante di omicidi Oscar di Montigny, dal mandante di omicidi Ennio Doris, dal mandante di omicidi Massimo Doris di Banca Mediolanum piu' altra parte di gang in cravatta, prima citata, insime a loro gangster omicida Paolo Barrai di criminalissima Bsi Italia srl, criminalissima World Man Opportuinites Lugano alias criminalissima Wmo sa Panama. Leggete con quale crudelta', sto ratto di fogna assassino di Paolo Barrai stesso, festeggia qui, la loro "suicidatassassina" di David Rossi. Urlando che fu "giusta cosa che David Rossi morisse ed in detta maniera" ( firmando il loro omicidio, di fatto) e spingendo disumanissimamente, financo, a non partecipare, ai di lui, funerali. E/o di come odiava e ridicolizzava David Rossi stesso, da vivo:
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com.es/2013/03/andare-al-funerale-di-david-rossi.html
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com.es/2013/03/david-rossifesteggiamento-macabro-mps.html
    (vi sono ancora tantissimi links a proposito che potrete trovare googlando Mercato Libero David Rossi)

    RispondiElimina
  3. 3
    In possesso della tessera di ... tenetevi forte, pls, and stra pls "ORGOGLIO PEDOFILO".
    https://it.wikipedia.org/wiki/NAMBLA
    STO SCHIFOSO DEPRAVATO ... LO DEVO DIRE... IN QUANTO VERO... SODOMIZZA BAMBINI, SODOMIZZA ZINGARELLI DI 10-12 ANNI, CHE E' STO ACCLARATO PEDOFILOMOSESSUALE DI PAOLO BARRAI GIA' ABITANTE A MILANO IN VIA IPPODROMO 105 ( LO CITO PER LA SICUREZZA DEI BAMBINI CHE ABITANO LI) E NATO A MILANO IL 28.06.1965, RAGLIA SPESSISSIMO IN PRIVATO: " SIA NELLA THAILANDIA CHE TANTO AMO, COME NEL LATIN AMERICA, CHE PURE TANTO AMO, E' FACILE FARE SESSO CON RAGAZZINI DI 8-10-12 ANNI... TANTE BAMBINE DI 12-14 ANNI RIMANGONO IN CINTA.. QUINDI, QUANDO VIAGGIO LI, PAGO ED INCULO BAMBINI O POCO PIU' CHE BAMBINI, BEVO IL LORO PRIMO SPERMA... SON CONVINTISSIMO PEDERASTA, SON PER LA PEDOFILIA LIBERA E ME NE VANTO". HO SENTITO QUESTI SUOI DISCORSI DA VOMITO ANCHE IO, DI PERSONA, QUANDO VENNE A TROVARCI A MODENA.
    ( http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.be/2013/03/lunedi-11-marzo-cena-modena-per-parlare.html)
    Fa sempre, via bastardissimamente nazista e mafioso Gruppo Fininvest di criminalissimi Marina Berlusconi e Silvio Berlusconi che lo proteggono, hackerare miei Facebook o Google accounts ( da, sempre delinquenzialissimo, Gruppo Fininvest, che gli "gira" tonnellate di soldi assassini da lavare per conto di "loro" spietati omicida di Cosa Nostra, Camorra, Ndrangheta, Mala russa, Triade cinese, Mala messicana, Mala colombiana, come soldi rubati o frutto di mega mazzette da parte di verminosi Gruppi come Finmeccanica, o Partiti immensamente malavitosi, da chiudere subito, tipo l'ex Pdl, "Popolo di Ladroni" ora Forza Italia "mafiosa" e LL "Lega Ladrona" ... detto cash criminalissimo, prima veniva riciclato con l'ausilio della famiglia nazirazzista dei Pesenti, presso loro Finter Bank Zurich.... ora che le autorita' svizzere han imposto a sti bastardi Hitleriani e Ku Kluk Klanisti dei Pesenti, di vendere Finter Bank, ora passata non per niente a Bank Vontobel...
    http://www.repubblica.it/economia/finanza/2015/09/04/news/i_pesenti_vendono_la_banca_svizzera_finter_per_74_milioni-122187737/
    la stessa Bank Vontobel, "sempre non per niente", come primissima cosa operata, ha cacciato LETTERALISSIMAMENTE A CALCI IN CULO, IL TOPO DI FOGNA, GIA' 3 VOLTE IN GALERA, PAOLO BARRAI... CHE ORA EFFETTUA SUOI CRIMINALISSIMI RICICLAGGI DI CASH ASSASSINO, PRESSO PUZZOLENTE SCHIFOSO PORCO CLAUDIO GENASCI DI BANCA STATO E LURIDO TOPO DI FOGNA BERNARDINO BULLA, PURE DI BANCA DELLO STATO DEL CANTON TICINO DI LUGANO). Ovvissimamente, in quanto svelo assolute verita' che li imbarazzano. Ma appena mi faran hackerare un altro solo account, ne riapriro' centoventisei: fra Facebook, Linkedin, Blogger, Google Plus, You Tube, e migliaia e stra migliaia di Blogs.
    But let's go ahead now, pls, let's go ahead. Iamm bell, ia'.
    Il sempre azzerante risparmi di tutti, cagnaccio in Borsa come nessun altro al mondo, Paolo Barrai di criminalissima World Man Opportunities di Via Mazzini 14, 6900 Lugano o criminalissima Wmo Sa Panama che sia, e criminalissima Bsi Italia srl via Socrate 26 Milano, fece comprare iL Bitcoin a 700$, dicendo che in un baleno sarebbe andato a 70.000$.. lo stesso scese, a seguito, "appena appena", fino a sotto 250$
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.be/2014/03/bitcoin-con-giacomo-zucco-stiamo-ridendo.html
    Fece comprare Ftse Mib ragliando che sarebbe andanto subito a 40.000, e lo stesso, sempre a seguito... e' sempre solo sceso, sceso...sceso.. "appena appena".. fino a 16.000
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.be/2015/07/la-borsa-italiana-e-sui-massimi.html
    ---

    RispondiElimina
  4. 4
    Volete ridere istericamente per tirarvi su un po' su, ora, please? Il mega cocainomane, l'auto proclamantesi pedofilomosessuale, il tre volte condannato al carcere fra Milano, Brasile e non solo, il notissimo avanzo di galera Paolo Barrai, gia' abitante in Via Ippodromo 105 a Milano, scrisse che l'inizio del 2016 sarebbe stato esagerato, opulento, ricco... Ahahhaha: ovvicamente tutto e' precipitato, ed anche del 50%. Ed in un solo mese e mezzo di inizio 2016 (non per niente, il genio borsistico e direi anche eroe civile, Michele Nista di Londra, che ha mollato Paolo Barrai nel 2009, notando che criminale ricicla soldi mafiosi egli fosse e che riceve il di lui stalking assassino, per via di questo, scriveva a suoi clienti ed amici, e dal Giugno 2015, di disatri borsistici in arrivo, sia nell'Agosto 2015, che ad inizio 2016, come accaduto poi con microchirurgica perfezione) . Leggete qui, please. Giusto per spacchiarvi dalle risate un po', por favor...
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com.es/2015/10/il-nuovo-rinascimento-italiano-del-2016.html
    VISTO UN IDIOTISSIMO REVERSAL INDICATOR COME IL SEMPRE PEREDENTE PAOLO BARRAI.... COME IL CIUCCIA PENI DI BAMBINI, ACCLARATO PEDOFILOMOSESSUALE PAOLO BARRAI DI CRIMINALISSIMA WORLD MAN OPPORTUNITIES LUGANO, CRIMINALISSIMA WMO SA PANAMA E CRIMINALISSIMA BSI ITALIA SRL DI VIA SOCRATE 26 MILANO.... QUANDO FA COMPRARE, OGNI VOLTA, TUTTO CROLLA... QUANDO FA VENDERE, SENZA ECCEZIONE ALCUNA, TUTTO SCHIZZA VERSO L'ALTO
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com.es/2015/10/il-nuovo-rinascimento-italiano-del-2016.html
    Non basta??? Iamm nnanz. Iam bell, ia'. Fece vendere il Dow Jones, ragliando che sarebbe crollato a 15.000 ed in un mese lo stesso volo' su a a 18.000.
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.be/2014/10/dow-jones-atteso-in-area-15000.html
    Again and again and again... Fece comprare il Gas Naturale a 12 $, 10$, 8$, 6$, 4$ e lo stesso precipito' "appena appena", a seguito, fino a 2$ ( perdita secca del 90%.. da infarto... fate voi, pls)
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com.es/2010/06/natural-gas.html
    http://www.infomine.com/investment/metal-prices/natural-gas/5-year/
    Fece vendere o non sottoscrivere i Btp e da quel momento son divenuti oro misto a platino.
    http://archiviostorico.corriere.it/2011/novembre/28/Barrai_dico_dieci_motivi_per_co_8_111128030.shtml
    Fece comprare a Mafia, Camorra e Ndrangheta ( come prima citato, suoi veri e soli clienti.. che se ne fregano delle performances, volendo solo lavara capitali assassini), case, in Brasile, nel Marzo 2011, e da allora il Real Brasiliano ha perso "solo" il 73% per cento.
    http://www.xe.com/currencycharts/?from=BRL&to=EUR
    http://www.forexinfo.it/Real-brasiliano-rischia-il-tracollo-tra-crisi-economica-e-politica
    Fece comprare l'oro a 1800 dollari, nell'Estate 2011, ed a seguire, lo stesso, e' "solo" precipitato fino a 1160 dollari.
    http://www.nasdaq.com/markets/gold.aspx?timeframe=10y
    Fece comprare il petrolio a 105 dollari e passa, nella primavera 2014, e lo stesso e' caduto in un baratro: giu fino a 27 dollari!
    http://www.nasdaq.com/markets/crude-oil.aspx?timeframe=10y
    Raglio' di "de dollarizzazione", a fine 2011, mentre l'euro valeva 1,40 contro un dollaro, e lo stesso dollaro ha poi guadagnato un 30% e passa contro l'euro.
    http://www.xe.com/currencycharts/?from=EUR&to=USD&view=10Y
    ---

    RispondiElimina
  5. 5
    Ma vi rendete conto di quanto perdereste tutti i vostri risparmi e vi sputtanereste in tutto il mondo, ad accostarvi a... parole sue.. sto "bevitore di primo sperma di dodicenni", quale il gia' tre volte in galera, verminoso pedofilomosessuale Paolo Barrai di criminalissima Wold Man Opportuinities di Via Mazzini 14, 6900 Lugano, alias criminalissima Wmo sa Panama e criminalissima Bsi Italia srl di via Socrate 26 a Milano ( indagato al momento in Svizzera.... a rischio di arresto a Lugano.... come in mezza Italia pure... misero in carcere suoi compari di mega riciclaggi di cash assassino e/o Berluscriminale come di Lega Ladrona, imboscatisi,non per niente, come lui, in Canton Ticino, quali i pregiudicati Alessandro Proto
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/02/14/manipolazione-del-mercato-arrestato-a-milano-finanziere-alessandro-proto/500117/
    ed Andrea Baroni di Tax and Finance Lugano
    http://www.repubblica.it/sport/calcio/2015/10/10/news/diritti_tv_baroni_arresto-124762513/
    speriamo che lo stesso accadra' anche a lui ed al piu' presto possibile)? Scritto per mero vostro bene. Questo e' solo un antipastino su chi e' davvero sto mega truffatore e mega avanzo di galera di Paolo Barrai. Fra poco mi stra scatenero' giorno e notte per farlo sapere anche su Marte e Venere, non solo su questo pianeta, sempre, troppo... piu' piccino. A fra non molto. Gianni Panni. Modena. giannipanni@gmx.com

    RispondiElimina